Se si vuole avere di sicuro in cucina un elettrodomestico con cui è possibile andare a preparare una serie di prodotti sani e benefici come succhi ed estratti, spesso possiamo avere qualche dubbio sul tipo di strumento da utilizzare. Infatti ci sono essenzialmente due tipi di elettrodomestici che possono frullare gli alimenti : un frullatore o un estrattore di succo. Diciamo che di sicuro per riuscire ad ottenere ciò che si vuole e anche per poter scegliere lo strumento che può davvero aiutarvi si deve effettuare un confronto tra questi due elettrodomestici e le loro funzioni. Sia il frullatore che l’estrattore sono due modelli di elettrodomestico davvero molto venduti, e bisogna anche dire che di base li si può utilizzare tranquillamente sia l’uno che l’altro per poter andare a preparare succhi di frutta o succhi di verdura. Ma non entrambi danno gli stessi identici risultati, perché ognuno dei due presenta una serie di specifiche caratteristiche. La prima cosa da tenere in conto, e anche la prima cosa che va chiarita per fare un confronto è essenzialmente la forma del frullatore. In genere il frullatore è quasi sempre più ingombrante di un semplice estrattore di succhi. Inoltre il frullatore ha un tubo specifico per poter inserire degli ingredienti, tubo che è anche più ampio e più comodo. Una delle seccature principali legate all’estrattore è molto spesso quella di dover andare a tagliare la frutta o la verdura in pezzetti davvero molto piccoli prima di frullarli. Ma se invece utilizzate un frullatore non dovrete preoccuparvi di questo problema, dato che è pensato per frullare agevolmente anche i pezzi di frutta e verdura grandi. La grande differenza delle due macchine è però essenzialmente nella meccanica del frullatore, che è composta da lame che vanno a ruotare a più di migliaia di giri al minuto. Questo movimento davvero rapido rende l’apparecchio anche decisamente rumoroso, il risultato però sarà estemporaneo e veloce.

Per quanto riguarda l’estrattore in genere può essere anche più silenzioso rispetto ad un frullatore, questo perché non si basa effettivamente sulla lavorazione delle lame, ma ci permette di ottenere l’estrazione dei succhi grazie ad una sorta di coclea che lavora gli ingredienti con una rotazione decisamente più lenta di quella che hanno le lame di un frullatore. Queste due meccaniche sono diciamo quasi opposte, anche se il risultato che si ottiene a prima vista può sembrare simile, hanno delle differenze sostanziali. Visitate la guida sul sito per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sui frullatori.